martedì 12 maggio 2009

Restaurante Teteria Almedina

Ristorante e Teteria
Calle Paz 2, 04001 Almería
Tel: +34 629 277827 Web: http://www.restauranteteteriaalmedina.com/ Email: almedinateteria@yahoo.es
Chiuso: lunedì
Orario: apre ininterrottamente in inverno dalle h.13:00 alle h.23:00, mentre in estate dalle h.13:00 alle h.24:00
Ferie: //
Coperti: 30/40
Prezzi: 20 euro a persona tutto compreso
Carte di credito: le principali


Nel pieno centro storico di Almeria, la città probabilmente più araba di tutta l’Andalucia, a un centinaio di metri dal imponente Alcazaba, si trova questo locale che vi trasporterà tra i sapori e gli odori del vicino Marocco, con pietanze esotiche e arredamento dai colori caldi, che vi coccoleranno mentre, accomodati su soffici pancali e cuscini, assaggerete i molti thè proposti o la tipica cucina araba.
Questa teteria è nata nel 2003 grazie a un'associazione il cui obiettivo era il recupero del centro storico della città, e da allora è diventata piuttosto importante e conosciuta, fornisce l'alcazaba di bibite e dolcetti arabi per le visite notturne, è raccomandata da diverse riviste nazionali e internazionali e ha ricevuto anche qualche premio.
Quando siamo andati noi inoltre c'era una specie di mostra fotografica e tutte le pareti erano piene di foto particolari o di piante o di persone arabe nella loro quotidianità. Organizzano anche cene per gruppi numerosi (minimo 25 persone, massimo 35). Insomma un originale luogo di qualità che oltre ad offrire thè e un posto tranquillo dove fare due chiacchiere, è un buon ristorante dove assaggiare ottimi piatti arabi con musiche dal vivo, arabe anch'esse ovviamente.

Il locale è formato da due sale, la cucina e i bagni, tutto incastonato in una settantina di metri quadri con un sacco di archi e colonne in stile arabeggiante. La prima sala, la sala da thé vera e propria, è davvero molto bella, entrando sembra di venire traslati in un altro mondo, lontano totalmente dal nostro: tavolini bassi, pouff, sedie in ferro battuto, lunghi divani a ridosso della parete, una piccola fontana tutta decorata con piastrelle in ceramica dai motivi geometrici e con alcuni pesci rossi che nuotano pigramente...questo è quello che avrete davanti agli occhi entrando. Tutto ha colori scuri, rossi, verdi, neri, molto rilassanti anche se rendono il piccolo ambiente un po' soffocante (o forse erano i 40ºC che c'erano fuori??).
Passando uno strettissimo corridoio si arriva nella sala dove si mangia (anche se c'è la possibilità di rimanere nell'altra se lo chiedete), che un po' mi ha deluso, dopo aver visto la prima: è molto stretta e lunga, senza molti dettagli caratteristici e con quattro tavoli in plastica, ma almeno questi decorati con motivi arabi, le sedie erano un po' vecchiotte e c'era una piccola finestrella che dava nella cucina, per questo motivo la stanza era caldissima, sebbene avesse una porta che si apriva direttamente sulla viuzza esterba e due ventilatori da tavolo, piuttosto grandi, accesi; al contrario dell'altra però era molto luminosa.
Il menù è ovviamente di impronta araba, anche se c'era anche qualche "intruso" tipico andaluso. Non avevamo molta fame, quindi abbiamo preso più o meno un piatto a testa e lo abbiamo compartito. Ecco le nostre scelte:
  • Gazpacho, una zuppa fredda tipica andalusa a base di pomodori, cetrioli, olio, aglio e sale.
  • Ensaladas tabulè, un cuscus con pomodoro, mentuccia e limone.
  • Pinchitos, degli spiedini di carne di vitello macerata con spezie per un giorno intero.
  • Empanada tunecina, carne tritata con formaggio e cetriolini rinchiusa in una pasta fina e croccante.
  • Kefta de ternera a la plancha, dei mini hamburger senza additivi artificiali e carne di prima qualità con un sapore non forte e senza spezie (adatto per i bambini).
  • Flan de huevo, l'unico dolce che si trova in Spagna praticamente, è il nostro creme caramel.
  • Rghifa con caramelo, una tortelletta di semola a cui si possono aggiungere diversi condimenti dolci a scelta.
  • Leche merengada, altro dolce tipico spagnolo, è una specie di yogurt, un po' più acido e compatto, con cannella spolverizzata sopra.
Il tutto accompagnato da pane fatto in casa, quello tipico arabo senza lievito e una limonata con la menta davvero ottima!Il menù non si ferma qui chiaramente, ci sono i vari cuscus, i tajin, alcune zuppe calde e anche molti altri dolci e alcuni gelati; i piatti sono tutti abbondanti e presentati piuttosto semplicemente, senza grosse elaborazioni, con un servizio non velocissimo, nè professionale, ma con un'incredibile disponibilità e gentilezza fuori dal normale.
Alla fine del pasto ci hanno offerto, in una bellissima teiera super decorata e dei bicchieri diversi uno dall'altro, un thè bollentissimo alla menta, molto utile per digerire tutta quella cibaria!
Prezzo totale finale tutto compreso: 47 euro...ottimissimo, se mi passate la sgrammaticatura!

La parte più importante di una teieria però è rappresentata dai suoi thè, che nella cultura araba sono un momento di coesione con amici e parenti, oltre che di ristoro per il corpo e per l'anima, ovunque voi andiate (un ristorante o un hammam per esempio) troverete sicuramente un thè pronto a darvi il benvenuto.
Gli arabi credono molto nelle potenzialità terapeutiche di questa bevanda e non finiscono mai di sottolinearle (anche nel menù c'erano) e voglio riportarvele, a voi decidere se siano attendibili o meno:
- Può rallentare il processo d'invecchiamento
- Può essere un aiuto per problemi di diabete
- Apporta beneficio per chi ha allergie
- Aiuta a mantenere la mente in ottima forma
- Può prevenire e alleviare le artriti
- Ha proprietà anticonvulsive
- Può prevenire il Parkinson
- Possiede moderate proprietà antiandrogene
Tutto questo anche grazie alle vitamine (A - B2- C -E), ai minerali (magnesio, fluoro) e agli amminoacidi (acido glutamico, triptofano, glicina, acido aspartico, tirosina, lisina, fenilalanina, aspargina) presenti in tutte le varietà, a cui poi bisogna aggiungere le caratteristiche degli ingredienti di ogni tipo.
La lista dei thè presenti in questa teteria è davvero molto lunga, si ha praticamente una scelta quasi infinita, adatta a qualsiasi occasione, e se non sapete da che parte iniziare, non preoccupatevi perchè verrete aiutati dal gentile personale che non vede l'ora di potervi spiegare tutto nei minimi particolari!

Il locale è davvero caratteristico e sono sicura lo apprezzerete come ho fatto io, vale la pena cercarlo tra le viuzze di Almeria anche solo per una semplice chiacchiera davanti a un thè!


Alla prossima ricerca del porcello contento!

Vendo rustico casale a Pico (FR)

Vendo rustico casale a Pico (FR)
con 20000mq di terreno e progetto approvato di demolizione e ricostruzione. Prezzo 90000€ no agenzia. Se interessati contattemi su elia.cuoco@gmail.com